cookie

Translate

venerdì 4 maggio 2018

Le elezioni politiche italiane e l'assenza del governo.

Ho votato 5s, credo in loro avendo toccato con mano la capacità di ascolto, la raccolta di idee e la loro capacità di concretizzarle. 

Adesso devono trovare un accordo di Governo, che era già fatto: Lega e 5s al governo e FI appoggio esterno non ostile. E invece no. un vecchio ossessionato di potere deve comunque metterci lo zampino.

Una cosa che in Italia viene poco divulgata, a livello manageriale, è la "servant leadership"

“servant leadership” was coined by Robert K. Greenleaf in The Servant as Leader, an essay that he first published in 1970. In that essay, Greenleaf said:

“The servant-leader is servant first… It begins with the natural feeling that one wants to serve, to serve first. Then conscious choice brings one to aspire to lead. That person is sharply different from one who is leader first, perhaps because of the need to assuage an unusual power drive or to acquire material possessions…The leader-first and the servant-first are two extreme types. Between them there are shadings and blends that are part of the infinite variety of human nature.

“The difference manifests itself in the care taken by the servant-first to make sure that other people’s highest priority needs are being served. The best test, and difficult to administer, is: Do those served grow as persons? Do they, while being served, become healthier, wiser, freer, more autonomous, more likely themselves to become servants? And, what is the effect on the least privileged in society? Will they benefit or at least not be further deprived?“

A servant-leader focuses primarily on the growth and well-being of people and the communities to which they belong. While traditional leadership generally involves the accumulation and exercise of power by one at the “top of the pyramid,” servant leadership is different. The servant-leader shares power, puts the needs of others first and helps people develop and perform as highly as possible.

Il vero merito di Salvini è questo, quello di "mostrare" di avere a cuore il bene dei cittadini. Ora lo sta dimostrando cercndo insistentemente una quadratura possibile solo ad una condizione. Archiviare il nano, che è quello che gli italiani gli hanno chiesto. 

Mr B. avrebbe la grande opportunità di fare l' uscita politica che potrebbe salvargli la faccia e gli auguro di seguire questa strada. Dichiarare l' appoggio esterno di FI, lasciare la politica e dedicarsi a fare il filantropo, come ha già dichiarato di volere fare. E potrebbe togliersi il sassolino di dimostrare di essere diverso dal PD, facendo quello che altri non possono permettersi (per ragioni economiche) .... lasciare la politica e dimostrarsi più grande del piccolo fiorentino.

Spero in Di maio premier e di un governo di 5 anni 5s lega che come prima manovra economica, legalizzino la cannabis ... e se non deve durare 5 anni ... almeno che legalizzino la cannabis

venerdì 13 aprile 2018

Checked

Sponsorizzare la prima manifestazione di cannabis immaginaria dove distribuivano cannabbis gratis e vedere dopo pochi mesi la notizia vera accadere a Washington ... fatto.

Suggerire una legge sulla cannabis ad un politico e vedere quel politico portare avanti quella legge ... fatto.

Suggerire il nome ad una manifestazione di massa e vederlo realizzare ... fatto.

Suggerire lo sviluppo di coltivazione verticale e vedere realizzarlo per le missioni su marte... fatto.


Elon Musk’s Brother Kimbal Musk Is Reimagining Farming

giovedì 22 marzo 2018

Per la sicurezza ... una proposta del Movimento 5 stelle e una della Lega da approvare subito!

Sembra assurdo, ma un governo Lega e M5S, potrebbe compiere un miracolo. Anzi due.

Il M5S, nella scorsa legislatura, ha portato avanti la battaglia della legalizzazione della cannabis, come il partito più concreto e vicino alle esigenze dei cittadini e dei malati, con un progetto di legge innovativo seppur limitato.

In campagna elettorale, Salvini si è detto favorevole a riaprire le case chiuse.

Se ci sono divergenze sul tema sicurezza, tra i programmi del M5S e della Lega, ecco che il cercare l’approvazione a maggioranza, per uno o l’altro partito di queste due leggi, potrebbe essere una un patto “facilmente scomodo”.

L’ ostacolo maggiore da compiere potrebbe essere convincere la Lega ad approvare una legge sulla legalizzazione della cannabis (anche se Salvini, da giovane, era favorevole), piuttosto che convincere il M5S ad approvare una legge sulla legalizzazione della prostituzione.

La soluzione? Il federalismo sulla cannabis e la prostituzione. Delineata una normativa di riferimento nazionale, si può lasciare decidere e trattenere le entrate fiscali da questi due mercati (cannabis e prostituzione) direttamente ai comuni, per la destinazione dei proventi a scuola, sanità e forze dell’ordine.

Questo è quanto avviene negli Stati Uniti. I governi di centro destra e centro sinistra hanno ipocritamente fallito, qui dove la Lega e il M5S, potrebbero rendere l’Italia un paese più ricco, sicuro, con un maggiore senso di comunità locale e conseguentemente, di una nazione più grande.

Una proposta concreta e strutturata riguardante la tassazione legata ad un mercato legale della cannabis e della prostituzione, conta poco meno dell’1% del pil. Questo senza legare una politica industriale ad uno di questi due temi: la cannabis.

Data l’alta profittabilità di questo mercato, gli imprenditori coinvolti dovrebbero essere ingaggiati nello sperimentare colture innovative. Questo tema dovrebbe essere altamente tenuto in considerazione, soprattutto alla luce dei prossimi sviluppi della razza umana.

Soluzioni innovative nel campo dell’agrotecnica, possono essere la chiave per rendere più sostenibile l’agricoltura moderna, attraverso uno sviluppo verticale, anziché orizzontale.

Integrare le migliori tecnologie per poter sperimentare colture per l’approvvigionamento di cibo in zone densamente popolate ad impatto zero.

Con il rilancio dei piani spaziali di USA e Russia, la colonizzazione della Luna e di Marte si fa un obbiettivo da raggiungere in meno di una decina di anni. Due legislature.

Un governo Lega M5S, potrebbe lanciare una politica industriale votata al supporto della colonizzazione di altri pianeti o satelliti (come la Luna) e utilizzare tecnologie Italiane per la crescita di “cibo” lontano dal pianeta Terra. Tutto questo partendo dalla coltivazione della cannabis.

Di fronte a queste sfide, però, il massimo che possiamo aspettarci è un “governo” che traghetti alle prossime elezioni …. ?